Conosciamo la nuova guida della Wind-Tre RIM Cerveteri Serie D Maschile.

A soli 28 anni Coach Giorgio Russo vanta stagioni in A2 e A3, coppa Lazio e campionato vinto in Serie B, finali nazionali giovanili e titoli regionali.
Inoltre, nella vita è un ingegnere gestionale che lavora come Project Manager e prosegue con il basket giocato.

Abbiamo fatto qualche domanda a coach Russo per farlo conoscere meglio alla RIM Family.

1) Cosa ti aspetti da questa squadra e da te stesso nella stagione che sta per iniziare?
“Innanzitutto vorrei ringraziare la Società per la stima dimostrata con la chiamata e l’assegnazione di questo incarico: mi aspetto di trovare una squadra esperta, di ragazzi che hanno voglia di mettersi in gioco e competere, in primis con loro stessi, perché non si smette mai di migliorare. Cercherò di offrire un contributo dando la possibilità ai ragazzi di esprimere il loro talento, con un gioco che permetta di esaltare le loro ottime qualità. Vorrei trasmettere entusiasmo a tutto l’ambiente, essere il primo che lavora duro per provare a raggiungere obiettivi importanti.”

2) Quali sono i punti di forza che hai individuato, e quali invece gli aspetti da migliorare?
“La squadra è attrezzata per competere ad un gran livello, e chiaramente la buona riuscita di questo dipenderà dalla qualità degli allenamenti, e dalla qualità della costruzione della nostra difesa. Questi saranno i due aspetti chiave della nostra stagione.”

4) C’è un personaggio dello sport (allenatore o atleta di qualsiasi epoca e disciplina) a cui ti ispiri? E perché?
“Sono cresciuto, come tutti i ragazzi della mia età, con la leggenda di Kobe Bryant. Mai visto qualcuno che ami il gioco come lo faceva lui.
Comunque l’amore per questo sport lo devo alla mia famiglia, che mi ha cresciuto con il basket nelle vene.”

Ringraziamo coach Giorgio per aver risposto alle nostre domande, siamo tutti impazienti di vederlo all’opera in palestra e, soprattutto, in campionato!